Biografia

E’ nato a Civitavecchia Roma il 14 luglio 1942

Ha alle spalle un’attività pittorica  consolidata  in ben 50 anni. Razzino ha  una fortissima vocazione per la pittura che è una  sua scelta ed un suo  stile vita.

Razzino  per il livello creativo conseguito,ed in quanto a tecniche sperimentate,non ha niente da invidiare a chi ha conseguito il dottorato presso l’Accademia per le belle arti . E’ dottore in giurisprudenza  ed in arte non si considera un maestro perché è convinto che il confronto apre sempre la mente a nuovi orizzonti.

Ha esplorato con passione alcune tendenze pittoriche.Il Realismo o verismo dei paesaggi e della natura di cui è cultore  ed il surrealismo-simbolismo,ossia  quella forma di espressione che possiede la sua chiave di lettura nei simboli rappresentati..L ‘osservatore  analizzando i simboli così come proposti, ne riesce a  comprendere i significati profondi enunciati dall’artista e quindi ad interpretare l’esatto messaggio sia esso figurativo che informale.  In tal modo concepito,il surrealismo di Razzino si traduce anch’esso in realismo. L’idea di Razzino è il colore e la luce,mezzi autentici,utilizzati per conferire alle immagini un valore simbolico surreale.Le figure rarefatte fino all’astratto,mantengono le sembianze nella loro essenzialità umana,colpite dalla  luce e dalla  meta a cui si rivolgono. Razzino si dedica anche alla realizzazione di ritratti e figure in genere anche sacre. Nel 2010 propone ai collezionisti, una novità assoluta. L’arte della pittura materica ,ossia una sorta si scultura realizzata su tela .

Non disdegna a dipingere anche composizioni di natura morta .Razzino ama riprodurre nelle sue tele  scorci del Cilento, una vasta area geografica  a sud di Salerno,una terra prediletta le cui tradizioni  e bellezze paesaggistiche ben si sposano con le sue tendenze artistiche .In moltissime tele   riecheggia l’amore per la natura.Razzino per lunghissimo tempo è stato impegnato in associazione ecologiche per la difesa del paesaggio ,il mare  i boschi . Nelle sue tele c’è tutto il mondo naturale. I tramonti dalle tonalità calde e saudenti, gli azzurri delle distese marine i personaggi che abitano  questo mondo arcaico che l’uomo non è riuscito per fortuna ancora a distruggere,vi sono le gioie  e i dolori degli uomini con gli odi e gli amori,con le passioni e le abulie con i problemi che talvolta  essi stessi non riescono a capire ed esternare agli altri. La pittura di Alfredo Razzino assurge a vera poesia una liricità che fa del pittore cilentano per adozione, un protagonista dell’arte contemporanea in un territorio che già in passato fu prodigo di validi ed affermati artisti.

Altre informazioni sul web site   wwwalfredorazzino.it .

E’ stato  recensito dal critico d’arte :Dott.ssa Maria Teresa Prestigiacomo nell’anno 2006